Daniele Nava

SOTTOSEGRETARIO ALLE RIFORME ISTITUZIONALI, AGLI ENTI LOCALI, ALLE SEDI TERRITORIALI E ALLA PROGRAMMAZIONE NEGOZIATA DI REGIONE LOMBARDIA

COMUNICATI STAMPA
18/10/17 - Patto per la Lombardia, Nava: 47,6 milioni di euro per gli interventi - Il sottosegretario: “Tre milioni di euro per la Lecco-Bergamo e 200.000 euro per lo svincolo di Piona sulla 36”

La Giunta regionale lombarda ha approvato l'elenco degli interventi di messa in sicurezza sulle strade che beneficeranno dello stanziamento di 47,6 milioni di euro a valere sul Fondo sviluppo e coesione, così come previsto dal 'Patto per la Lombardia'.

"Queste risorse consentiranno di chiudere interventi in tutte le province su autostrade, ferrovie con la relativa messa in sicurezza dei passaggi a livello più pericolosi, metropolitane e per la messa in sicurezza delle grandi opere viarie - spiega il sottosegretario Daniele Nava che ha coordinato il Patto per la Lombardia -  Per quanto riguarda la provincia di Lecco sono stati assegnati 3 milioni di euro alla Lecco-Bergamo; 200.000 euro andranno allo svincolo della SS 36 a Piona.".

La delibera approvata va ad incidere su diverse opere attese da tempo dagli altri enti locali. “Avevamo promesso di essere concretamente vicino a Province e Comuni che hanno lavorato per un anno al nostro fianco per individuare gli interventi prioritari. E oggi possiamo dire di aver raggiunto un traguardo molto importante", conclude Nava.

UGO PAROLO: "Il raddoppio dello svincolo sulla strada statale 36 in località Piona è un tassello fondamentale per il miglioramento della viabilità per la Valtellina. L'opera, che verrà eseguita grazie alla fattiva collaborazione e l'importante co-finanziamento da parte di ANAS S.p.A., permetterà di alleggerire il traffico dovuto alla possibile chiusura della galleria Monte Piazzo, la cui instabilità infrastrutturale richiede un costante monitoraggio e lavori di manutenzione ordinaria".


ANTONIO ROSSI: “Un risultato importante che dimostra quanto Regione Lombardia sia concretamente vicino al territorio che ha lavorato in stretta sinergia con la Giunta regionale per individuare gli interventi prioritari”.






17/10/17 - Protezione civile: 860.000 ai Comuni per la vigilanza sismica

“La Giunta regionale lombarda, su proposta dell'assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, ha approvato uno stanziamento di 860.000 euro affinché i Comuni possano assolvere ai nuovi compiti sulla vigilanza sismica che derivano dalle recenti modifiche legislative”, lo rende noto il sottosegretario alle Riforme istituzionali, agli Enti locali, alle Sedi territoriali e alla Programmazione negoziata.

In questo modo Regione Lombardia aiuta i Comuni ad avvalersi delle figure professionali cui devono necessariamente ricorrere per la valutazione degli aspetti ingegneristici, geologici e geotecnici, così come richiesto dalla complessa normativa nazionale.

Per l'anno 2017 160.000 euro andranno ai Comuni classificati in zona sismica 2 con popolazione fino a 5.000 abitanti. Negli anni 2018 e 2019 saranno stanziati altri 700.000 euro totali in favore dei Comuni classificati nelle zone sismiche 2, 3 e 4 (i Comuni del Lecchese sono per la maggior parte nelle zone 3 e 4). 

La normativa nazionale - cui anche Regione Lombardia è sottoposta - prevede obblighi e oneri aggiuntivi per gli Enti Locali, “per questo vogliamo essere al fianco delle amministrazioni che spesso non si possono avvalere di figure professionali interne e devono ricorrere a consulenze esterne. In un periodo difficile per i bilanci degli enti pubblici vogliamo dare un aiuto concreto a rispettare la normativa, nella consapevolezza che 700.000 euro sono risorse importanti ma che – vista l’importanza del tema – dovranno essere anche incrementate", conclude il sottosegretario.






17/10/17 - Reddito di autonomia: bonus famiglia prorogato fino al 30 giugno 2018

“Il bonus famiglia è stato prorogato fino al 30 giugno 2018 dalla Giunta di Regione Lombardia nella seduta odierna”, lo comunica il sottosegretario alle Riforme istituzionali, agli Enti locali, alle Sedi territoriali e alla Programmazione negoziata.

A partire dall'avvio della misura nel 2016 sino ad oggi sono state finanziate oltre 11mila domande: Regione Lombardia ha stanziato fondi pari a 23,5 milioni di euro ed erogato risorse per 14 milioni, un gesto di grande attenzione rivolto ai soggetti più vulnerabili e un importante sostegno alle famiglie.

La misura del Bonus famiglia è un supporto destinato alle famiglie con presenza di donne in gravidanza e famiglie adottive, realizzato attraverso un sostegno economico e definendo un progetto personalizzato mediante la rete dei consultori, in raccordo con gli altri servizi territoriali operanti nell'ambito della tutela della famiglia e le associazioni dei familiari. Con questa delibera ancora più famiglie lombarde potranno usufruire del Bonus, una misura che è anche un aiuto concreto che incentiva l'incremento della natalità e delle adozioni. 

"Il Reddito di autonomia lombardo rappresenta un primo esempio di politiche integrate che vedono al centro la persona e le famiglie. Il bonus famiglia – ha dichiarato l'assessore al Reddito di autonomia e Politiche sociali - è un aiuto concreto che eroga più del doppio rispetto al contributo statale che, di fatto, prevede 800 euro in un'unica soluzione".

 






02/10/17 - Assessore Rossi e sottosegretario Nava: “Al via la realizzazione del nuovo elisoccorso di Perledo”

"Noi ci siamo, come sempre vogliamo sostenere il territorio e contribuire a dare risposte concrete alle esigenze delle nostre comunità. Con questo contributo riusciamo davvero a offrire un servizio utile e qualificante a tutta l'area centro orientale del Lago di Como".

Lo hanno dichiarato l'assessore regionale allo Sport e alle Politiche per i giovani Antonio Rossi e il sottosegretario alle Riforme istituzionali, Enti locali, Sedi territoriali e Programmazione negoziata Daniele Nava, commentando il via libera della Giunta all'adesione alla proposta di accordo di programma finalizzato alla realizzazione di un'elisuperficie al suolo per servizio di soccorso di emergenza a Perledo.

"Un intervento nel comune di Perledo, nella frazione Bologna, che - ha sottolineato il sottosegretario Nava - ha una valenza intercomunale con ricadute positive su tutto il territorio per garantire migliori servizi ai cittadini della sponda orientale del lago di Como e delle sue aree interne".


Il progetto presentato dal Comune di Perledo prevede il completamento dell'elisuperficie esistente da adibirsi, per servizio di soccorso di emergenza, non solo a volo diurno ma anche notturno e l'illuminazione e messa in sicurezza della via d'accesso che risulta attualmente pericolosa. I costi per la realizzazione degli interventi sono complessivamente pari a 81.800, il contributo della Regione è pari a quasi 74.000 euro. 

"Dopo la grande esperienza di Wikimania a Esino Lario - hanno concluso l'assessore e il sottosegretario -, questa zona, anche grazie al lavoro di squadra delle istituzioni pubbliche, è riuscita a sfruttare la vetrina internazionale offerta. Dopo l'accordo che prevedeva il rilancio della zona attraverso la promozione e la diffusione innovativa dei saperi, della creatività e della cultura ora siamo passati alle realizzazioni concrete".

 

"Attraverso questa infrastruttura - hanno aggiunto - si incrementeranno i livelli di sicurezza sanitaria e di protezione civile. Il territorio è la nostra prima preoccupazione e con questo provvedimento lo dimostriamo".

 






01/08/17 - Da Regione 1,5 milioni agli enti parco per manutenzione straordinaria - Nel Lecchese interessati i parchi Adda Nord, Grigna, Montevecchia e Monte Barro

La Giunta regionale ha stabilito ieri i criteri per l'assegnazione di contributi regionali, per 1.449.000 euro, a favore degli enti parco per interventi di manutenzione straordinaria, recupero e riqualificazione del patrimonio naturale delle sedi o centri parco e delle infrastrutture puntuali o lineari esistenti. I parchi lecchesi Adda Nord, Grigna, Montevecchia e Monte Barro rientrano nella categoria 3 e potranno beneficiare di finanziamenti pari a un importo massimo di 44.585 per parco.

L’obiettivo è quello di favorire la fruizione delle aree protette, ma anche promuovere tutte quelle azioni legate alla valorizzazione dei parchi che possano rendere ancor più attrattivo il territorio lombardo. Un modo concreto per tutelare l'ambiente, salvaguardare le risorse naturali, mantenere in efficienza strutture e infrastrutture presenti nei parchi regionali, recuperare le aree degradate, salvaguardando la biodiversità.

Le risorse verranno disposte nella misura massima del 100 per cento per gli interventi di rinaturalizzazione o comunque volti al miglioramento e alla conservazione della biodiversità e per gli interventi selvicolturali o di sistemazione idraulico-forestale e nella misura massima del 90 per cento per tutti gli altri interventi ammi





Pagine:   1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  
EVENTI
ULTIME NEWS



Design? OscarNet