Daniele Nava

SOTTOSEGRETARIO ALLE RIFORME ISTITUZIONALI, AGLI ENTI LOCALI, ALLE SEDI TERRITORIALI E ALLA PROGRAMMAZIONE NEGOZIATA DI REGIONE LOMBARDIA

COMUNICATI STAMPA
05/12/15 - Daniele Nava: “Polano apra pure il suo quadernetto: troverà poco”

Il sottosegretario: “Regione Lombardia in soccorso della Provincia con 2,3 milioni”

Lecco, 5 dicembre 2015 – “Ha poco da minacciare il presidente della Provincia. Apra pure il libro della precedente Amministrazione provinciale e troverà un elenco di successi, opere, buona amministrazione, rigore e trasparenza”. Così Daniele Nava, già presidente della Provincia di Lecco e oggi sottosegretario regionale, replica ai toni di sfida di Flavio Polano.

“Piuttosto nessuno vorrà aprire il suo quadernetto, che a oggi raccoglie una sfilza di fallimenti conclamati, dalle strade alle caldaie delle scuole, fino alla mancanza grave di un’iniziativa di confronto e di coordinamento sul futuro del territorio. Il piglio mi pare più quello del burocrate che quello dell’amministratore illuminato. Probabilmente il PD locale, in difficoltà a trovare un presidente della Provincia, ha ripiegato sull'unica figura rimasta disponibile, peraltro amante della ribalta”, prosegue Nava.

Quanto al richiamo di Polano, che invita Regione Lombardia a fare di più, il sottosegretario regionale ricorda come “i fallimenti di questa Amministrazione provinciale sono conclamati e stiamo già facendo molto per i comuni lecchesi e per la stessa Provincia di Lecco: lo provano i circa 2,3 milioni di euro extra sul bilancio di Villa Locatelli che ho fortemente voluto giusto due mesi fa, proprio per evitarne il fallimento e dare ossigeno alle casse di provinciali, con buona pace del presidente”. 

“Non posso che invitare Polano ad avere un minimo di garbo istituzionale, a partire dalle relazioni con Regione Lombardia, e a dare davvero avvio a quelle sinergie sul territorio necessarie per disegnare il futuro della nostra provincia. Servono umiltà, capacità di coinvolgimento, mancanza di faziosità e di partigianeria politica. E fatica, tanta”, conclude Nava.

 






05/12/15 - Sicurezza, dal ministro Alfano un emendamento alla legge di stabilità per scongiurare il taglio delle prefetture

Nava e Piazza: “Così si mantengono anche Questura, Vigili del Fuoco e Carabinieri”

Lecco, 5 dicembre 2015 – Potrebbe essere l’emendamento alla legge di Stabilità presentato dal Ministro dell’Interno Angelino Alfano a scongiurare l’eliminazione della prefettura di Lecco e, di riflesso, a evitare la soppressione di uffici provinciali importanti sul fronte della sicurezza come quelli della Questura, dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco.

A comunicarlo sono gli esponenti del Nuovo Centrodestra Daniele Nava e Mauro Piazza che hanno appreso la notizia direttamente da Alfano: “Il ministro dell’Interno proprio oggi ci ha aggiornati sulla questione: Alfano ha presentato un emendamento che punta a evitare il taglio, prospettato dal Governo Monti, di 23 prefetture fra cui quella di Lecco”.

“Il tema è rilevante in questi momenti particolarmente difficili sul fronte della sicurezza interna e internazionale. La soppressione della prefettura di Lecco porterebbe infatti con sé anche l’eliminazione di alcuni presidi provinciali importanti per la tutela dei cittadini e dei loro beni, come Questura, Vigili del Fuoco e Carabinieri. Perderli significherebbe compromettere gravemente la sicurezza di tutti noi”, concludono Nava e Piazza.

 






03/12/15 - Paritarie, ripristinati oggi dalla Giunta regionale 8 milioni di euro per le materne

Daniele Nava: “Queste scuole sono un servizio essenziale per le famiglie”

Milano, 3 dicembre 2015 – “Le scuole materne paritarie potranno ancora contare sul finanziamento di otto milioni di euro da parte di Regione Lombardia”. A darne notizia è il sottosegretario lecchese del Nuovo Centrodestra Daniele Nava a seguito dei lavori odierni della Giunta lombarda. E’ stata quindi archiviata l’ipotesi di taglio paventata qualche giorno fa.

“Lo avevamo promesso a inizio settimana – commenta Nava - Il ripristino dei fondi per le scuole dell’infanzia non statali era una priorità per il Nuovo Centrodestra ed eravamo pronti a presentare un emendamento al bilancio al bilancio di previsione 2016. Oggi è arrivata la buona notizia direttamente dalla Giunta”.

 “Le scuole paritarie dell’infanzia rappresentano una realtà indispensabile e irrinunciabile per molte famiglie lombarde, tanto da essere frequentate da un numero superiore di bambini rispetto a quelle comunali – sottolinea l’altro esponente lecchese del Nuovo Centrodestra in Regione Lombardia Mauro Piazza - Sostenere questi istituti, gestiti da soggetti privati, vuole dire declinare in modo concreto i principi di sussidiarietà e di libertà sanciti nella Costituzione e valorizzati pienamente nello Statuto di Autonomia della Lombardia”.

Da Nava giunge una puntualizzazione doverosa: “La Regione non può continuare a sostituirsi ai pesanti tagli effettuati dai vari Governi nazionali, ma riteniamo prioritario garantire alle famiglie e ai bambini un sistema di educazione che sappia promuovere una libertà di scelta che, in molti casi, si sostituisce al servizio statale”.

“Abbiamo sempre difeso il principio della libertà della scelta educativa, come singoli e come Nuovo Centrodestra – conclude Piazza – Regione Lombardia da parte sua ha ancora una volta risposto con i fatti alle esigenze dei suoi cittadini”.

 






01/12/15 - Natale, da NCD in Regione Lombardia una mozione contro lo “stop” ai presepi

Mauro Piazza e Daniele Nava: “Tuteliamo i nostri valori e le nostre tradizioni”

Milano, 1 dicembre 2015 – “Insegnanti e studenti di tutte le scuole lombarde, senza eccezioni, devono essere liberi di poter festeggiare il Natale attraverso strumenti, addobbi e celebrazioni tradizionali senza incorrere nelle provocazioni e nella deriva laicista di chi vorrebbe utilizzare questa ricorrenza solo per imbastire polemiche inutili. Chiediamo quindi che la Direzione Scolastica Regionale vigili accuratamente affinché questo non avvenga”.

Così il Nuovo Centrodestra in Regione Lombardia, che ha presentato una mozione urgente in Consiglio regionale.

“Non ci stiamo con chi vuole mettere in discussione la nostra identità e le tradizioni storiche della nostra società con l’alibi di non infastidire i fedeli di altre religioni. Non è così che si rispettano le diversità – commenta il sottosegretario regionale di NCD Daniele Nava - Al contrario, forti delle nostre radici, dei principi e dei valori della nostra cultura e della nostra fede, possiamo guardare alle altre confessioni con maggiore interesse e apertura. Quanto accaduto a Rozzano ci offre lo spunto di riflessione affinché il tema del Natale non diventi uno strumento di polemica e di strumentalizzazione”.

Sulla stessa linea il consigliere regionale Mauro Piazza: “La mozione invita la Giunta ad attivarsi presso la Direzione Scolastica Regionale a monitorare eventuali situazioni confuse e politicizzate che, in nome di una presunta libertà religiosa, pongano paletti culturali che impediscano di celebrare il Natale con le tipiche modalità della tradizione cristiana”.

 






30/11/15 - Paritarie, Piazza e Nava al lavoro in Regione con un emendamento per ripristinare i fondi alle scuole dell’infanzia

Milano, 30 novembre 2015 – “Presenteremo un emendamento per chiedere il ripristino dei fondi per le scuole dell’infanzia non statali. Tagliare su questo tipo di servizi vuol dire colpire, in un momento di grave crisi, direttamente le famiglie che più subiscono l’attuale congiuntura economica”. Il consigliere regionale Mauro Piazza annuncia così l’intenzione del Nuovo Centrodestra in Regione Lombardia di depositare un emendamento al bilancio di previsione 2016 per chiedere il ripristino dei fondi per le scuole paritarie dell’infanzia.

 

“Le scuole paritarie dell’infanzia rappresentano una realtà indispensabile e irrinunciabile per molte famiglie lombarde, tanto da essere frequentate da un numero superiore di bambini rispetto a quelle comunali – sottolinea Piazza - Sostenere questi istituti, gestiti da soggetti privati, vuole dire declinare in modo concreto i principi di sussidiarietà e di libertà sanciti nella Costituzione e valorizzati pienamente nello Statuto di Autonomia della Lombardia.”

Piazza potrà contare sull’appoggio di Daniele Nava, sottosegretario lecchese del NCD, che si attiverà in Giunta con il Presidente e con gli assessorati competenti perché vengano reperiti i fondi necessari: “Chiederemo a Maroni di riconsiderare questa decisione e accogliere il nostro emendamento –  conferma Nava - La Regione non può continuare a sostituirsi ai pesanti tagli effettuati dai vari Governi nazionale, ma riteniamo prioritario garantire alle famiglie e ai bambini un sistema di educazione che sappia promuovere una libertà di scelta che, in molti casi, si sostituisce al servizio statale”.

“Abbiamo sempre difeso il principio della libertà della scelta educativa, come singoli e come Nuovo Centrodestra – concludono Nava e Piazza – A chi urla allo scandalo, a mezzo stampa, per i tagli di una regione, la Lombardia, sempre più penalizzata da Roma, preferiamo rispondere con la concretezza dei fatti e, nella fattispecie, di un emendamento finalizzato a ripristinare lo status quo”.

 





Pagine:   1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  
EVENTI
ULTIME NEWS



Design? OscarNet