Daniele Nava

SOTTOSEGRETARIO ALLE RIFORME ISTITUZIONALI, AGLI ENTI LOCALI, ALLE SEDI TERRITORIALI E ALLA PROGRAMMAZIONE NEGOZIATA DI REGIONE LOMBARDIA

COMUNICATI STAMPA
20/06/16 - Ponte San Michele di Paderno, Daniele Nava: “Grazie a Regione via libera ai lavori di consolidamento”

Milano, 20 giugno 2016 – Via libera ai lavori urgenti di consolidamento e di sistemazione dell’importante nodo ferroviario-viabilistico costituito dal ponte San Michele a Paderno.


“Regione Lombardia fa la sua parte e nel provvedimento di assestamento approvato oggi in Giunta stanzia 1,6 milioni di euro per la sistemazione viabilistica e messa in sicurezza dell’infrastruttura – spiega il sottosegretario Daniele Nava a margine dei lavori dell’Esecutivo lombardo - In particolare le risorse rese disponibili da Regione Lombardia andranno alla messa in sicurezza del  piano stradale, dei marciapiedi, dei canali di scolo e dei parapetti che, troppo spesso, sono scavalcati da “disperati” che si lanciano nel vuoto”.


RFi, invece, proprietaria dell’opera, interverrà con 20 milioni per salvaguardare l’importantissimo manufatto di notevole pregio architettonico.


“Ancora una volta Regione Lombardia, visto lo stato in cui versano le casse ormai vuote delle province di Bergamo e di Lecco, provvede a supplire alle carenze che emergono, a tutela dei cittadini e della loro sicurezza”, conclude il sottosegretario Nava".


"La sicurezza dei cittadini è l'elemento prioritario a cui provvedere - fa eco Antonio Rossi, Assessore regionale allo Sport e alle Politiche per i Giovani - La riqualificazione delle infrastrutture dell'area interessata deve, oltre alla fluidità del nodo ferroviario-viabilistico, tutelare i cittadini e prevenire eventuali ulteriori incidenti".






01/06/16 - Lario e laghi minori: da Regione Lombardia 50.000 euro per la sicurezza

Nava: “Pronto soccorso, salvataggio e vigilanza in vista della stagione estiva”


Milano, 1 giugno 2016 – 50.000 euro per il Lario e i laghi minori per servizi di sicurezza in vista della stagione estiva sono stati stanziati ieri dalla Giunta di Regione Lombardia su proposta dell'assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Alessandro Sorte, e di concerto con  l'assessore alla Sicurezza, Protezione civile ed Immigrazione Simona Bordonali.  


All'Autorità di Bacino del Lario e dei laghi minori andranno 40.000 euro per interventi riguardanti il servizio di  sicurezza, pronto soccorso e vigilanza e 10.000 per la diffusione del servizio di salvamento bagnanti e l'installazione specifiche attrezzature. A riferirlo è il sottosegretario lecchese Daniele Nava. 


"Avvicinandosi la stagione estiva anche quest'anno Regione Lombardia aiuta le Autorità di Bacino nel garantire un livello sempre alto di sicurezza - dettaglia Nava - Grazie ai nostri fondi potranno essere incrementati non solo il soccorso e la vigilanza, ma anche i servizi di salvataggio”.


L’intervento complessivo sul territorio è di 400.000 euro per interventi di sicurezza, pronto intervento e vigilanza nei laghi lombardi (sia pattugliamento sia servizi di salvataggio) e prevede anche la pulizia straordinaria del lago d'Iseo per l’evento 'The Floating Piers'.






24/05/16 - Energia pulita: da Regione Lombardia nuovi bandi per i piccoli comuni

Daniele Nava: “Oltre 16 milioni di euro stanziati; eliminato il click day”


Milano, 24 maggio 2016 – “Oltre 16 milioni di euro per l'energia pulita, per un bando che prevede una misura per l'efficientamento energetico per i Comuni oltre che per le imprese”. L’annuncio è del sottosegretario Daniele Nava che riferisce gli esiti della riunione della Giunta regionale lombarda di ieri. 


A Enti locali, Comuni fino a mille abitanti, alle Unioni dei Comuni, alle Comunità montane e alle Unioni dei Comuni nate dopo 2011 vanno 11 milioni di euro: "Gli obiettivi sono di ridurre i fabbisogni e i costi energetici - ha precisato il presidente Roberto Maroni - e, ovviamente, le emissioni di CO2”. 


“Per raggiungerli abbiamo deliberato un contributo a fondo perduto fino al 90 per cento delle spese, con un massimo di 250.000 euro per l'efficientamento degli edifici di proprietà dei Comuni con le classi energetiche peggiori: D, E, F e G”, spiega Nava. 


A differenza dell’analogo bando precedente sullo stesso tema, cambia la modalità di accesso: non più 'a sportello', sulla logica del 'chi primo arriva meglio si accomoda' (quindi con il click day che aveva creato difficoltà in passato).


Questa volta, infatti, verrà fatta una selezione dei beneficiari secondo una graduatoria, che prevede l'assegnazione dei fondi fino al loro esaurimento per i progetti più significativi.


“Questo perchè i bandi 'a sportello' spesso penalizzano i piccoli Comuni, che fanno fatica ad arrivare prima delle Municipalità più grandi", conclude Nava.


Il provvedimento prevede anche 5,6 milioni di euro destinati alle Pmi, con un co-finanziamento del Mise.






10/05/16 - Unione dei Comuni: proroga all’11 luglio per le domande dei contributi

Daniele Nava: “In provincia di Lecco interessate tre Unioni di Comuni”


Lecco, 10 maggio 2016 – "Accogliendo la richiesta pervenuta da Anci, la Giunta di Regione Lombardia ha deliberato la proroga dal 10 maggio all'11 luglio dei termini per la presentazione delle domande per la concessione del contributo ordinario per l'anno in corso da parte delle Unioni di Comuni". Così il sottosegretario regionale alla Presidenza, con deleghe a Riforme istituzionali, Enti locali, Sedi territoriali e Programmazione, Daniele Nava.


PROVVEDIMENTO PER 200 COMUNI IN 67 UNIONI, TRE NEL LECCHESE - "Si tratta di una delibera – spiega il sottosegretario Nava - che interessa quasi duecento comuni inseriti in 67 Unioni, di cui tre nel Lecchese. Si tratta dell’Unione dei Comuni della Valletta (La Valletta Brianza, Santa Maria Hoè), dell’Unione Centro Valsassina (Cortenova, Parlasco, Pasturo) e dell’Unione dei Comuni della Valvarrone (Introzzo, Tremenico, Sueglio, Vestreno)”.


Anci ha evidenziato, all'atto della richiesta di proroga accolta in Giunta, una serie di difficoltà a presentare la domanda. I problemi sono legati al blocco del turn over del personale, alla concomitanza del bilancio previsionale con il documento degli equilibri finanziari, al bilancio armonizzato, alla nuova modulistica per chiedere i contributi e al nuovo Codice appalti.


I DESTINATARI - La proroga si applica limitatamente alle Unioni di Comuni lombarde le cui domande di iscrizione al Registro regionale perverranno entro e non oltre il 13 maggio e che completeranno la rendicontazione entro l’11 luglio. Regione Lombardia, per la migliore efficienza nella gestione dei servizi delle Unioni, per quest'anno ha definito parametri più puntuali e precisi.


GARANTITO ACCESSO A FONDI PER TUTTI - "Assicurando il posticipo del termine per la presentazione delle domande - conclude Nava - viene garantito alle Unioni di Comuni di recente iscrizione al Registro regionale di poter beneficiare del contributo previsto dalla normativa della Lombardia".






30/04/16 - Chiusura Caffè del Teatro: ennesimo colpo al cuore di Lecco

Lecco, 30 aprile 2016 – “Un ennesimo colpo al cuore di Lecco, l’ennesima dimostrazione della totale mancanza di lungimiranza e di capacità di guida da parte dell’Amministrazione comunale guidata da Virginio Brivio”. Così Mauro Piazza e Daniele Nava del Nuovo Centrodestra commentano la notizia dell’imminente chiusura del Caffè del Teatro.

“Lo storico locale spegnerà le luci da domani, primo maggio, e “la motivazione è emblematica di uno status quo da stigmatizzare duramente: il canone dell’affitto troppo alto, eccessivo soprattutto a fronte di una diminuzione del giro d’affari per un evento prevedibile come il trasloco del tribunale cittadino. E il proprietario è il Comune di Lecco stesso”, proseguono i due esponenti di NCD.

Se la motivazione è chiara, altrettanto lampante è il comportamento tenuto da Palazzo Bovara: “Il gestore ha avuto incontri con il sindaco, con gli assessori e con i dirigenti completamente infruttuosi. Come è possibile un disinteresse così forte per un operatore economico di Lecco e per un locale storico, accanto a quel gioiello che è il Teatro della Società?” - si chiedono Piazza e Nava - E’ mancata la flessibilità davanti alla necessità di tutelare un locale storico e complementare all'attività del teatro. Nelle piccole cose l'Amministrazione si perde e così, mentre riapre piazza Affari, si chiude questo locale”.

Senza scomodare la vocazione turistica della città, lo scorso anno in campagna elettorale “il Nuovo Centrodestra aveva messo, tra i punti programmatici per il commercio, la creazione a Palazzo Bovara di uno sportello finalizzato proprio ad agevolare l’incontro tra domanda e offerta di locazione, per evitare che canoni eccessivi strozzino le attività, come è accaduto in questo caso. Nemo propheta in patria”, concludono Piazza e Nava.





Pagine:   1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  
EVENTI
ULTIME NEWS



Design? OscarNet