Daniele Nava

SOTTOSEGRETARIO ALLE RIFORME ISTITUZIONALI, AGLI ENTI LOCALI, ALLE SEDI TERRITORIALI E ALLA PROGRAMMAZIONE NEGOZIATA DI REGIONE LOMBARDIA

COMUNICATI STAMPA
02/08/16 - Comunità Montana Valsassina: da Regione Lombardia 5,5 milioni di euro

Daniele Nava: “La Comunità Montana Valsassina al sesto posto della graduatoria”


Mauro Piazza: “Capacità progettuale e attrattiva da parte delle Comunità Montane”


Milano, 2 agosto 2016 – Oltre 5,5 milioni di euro nell'ambito del Programma di sviluppo rurale di Regione Lombardia andranno alla Comunità Montana della Valsassina, Valvarrone Val d’Esino e Riviera, capofila di un progetto che vede anche la presenza dei comuni di Mandello del Lario, Abbadia, Lierna, Ballabio e Lierna nonchè della Comunità Montana delle Valli del Lario e del Ceresio (le due CM insieme costituiscono il GAL – gruppo di azione locale - dei due laghi).


“La comunicazione ufficiale è stata pubblicata sul Burl di Regione Lombardia di oggi, 2 agosto – spiega il sottosegretario Daniele Nava – Il lavoro progettuale delle due realtà si è classificato al sesto posto ed è rientrato quindi a pieno titolo tra i dieci progetti ammessi ai finanziamenti”.


“Su dieci progetti che verranno finanziati ben sei sono stati presentati da Comunità Montane, segno che questi enti hanno capacità progettuale e che sono in grado di recuperare risorse per i territori di riferimento”, aggiunge il consigliere regionale Mauro Piazza.


Tra gli ambiti tematici di intervento previsti dal bando e che rientrano nel progetto della CM Valsassina vi sono lo sviluppo e l’innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali (agro-alimentari, artigianali e manifatturieri), il turismo sostenibile, la valorizzazione e gestione delle risorse ambientali e naturali, l’accesso ai servizi pubblici essenziali.






26/07/16 - Poste Italiane, Daniele Nava: “Un impegno preciso per risolvere le criticità territoriali”

La società pronta ad ascoltare e risolvere le richieste dei comuni in difficoltà


Milano, 26 luglio 2016 – Un impegno preciso da parte di Poste Italiane affinché le segnalazioni dei comuni lombardi sui disservizi che la riorganizzazione del sistema postale sta determinando vengano analizzati e risolti: singolarmente e puntualmente. Questo il risultato ottenuto al tavolo regionale di questo pomeriggio, coordinato dal sottosegretario Daniele Nava, presenti gli esponenti di Poste Italiane e i rappresentanti di Anci Lombardia.


Gianni Rossoni, Michel Marchi e Rinaldo Redaelli per Anci Lombardia hanno evidenziato come “diverse municipalità, in particolare nella provincia di Como e nella provincia di Cremona, lamentano alcuni disservizi importanti tra cui la consegna della corrispondenza ben oltre i quattro giorni inizialmente previsti da Poste Italiane e il fatto che la procedura applicata ai cittadini ricada anche sui comuni stessi. Gli uffici comunali, ricevendo la corrispondenza non quotidianamente, hanno come contraccolpo ritardi nello svolgimento delle pratiche”.


Da parte loro i rappresentanti territoriali di Poste hanno assicurato che “sono in corso provvedimenti correttivi per risolvere le situazioni di maggiore criticità, in ogni caso una percentuale contenuta rispetto alla portata complessiva dell’intervento”.


D’altra parte hanno raccolto l’invito del sottosegretario Nava che, chiudendo i lavori, ha chiesto “una puntuale valutazione delle problematiche segnalate finora dai sindaci per arrivare a una soluzione caso per caso, in quanto la specificità del territorio lombardo non consente interventi standard, basti pensare alle situazioni dei piccoli comuni montani”.


Nava ha quindi rilanciato per un appuntamento a metà settembre finalizzato alla valutazione dello status quo e alla definizione di ulteriori interventi migliorativi.






13/07/16 - Cultura: per Lecco e provincia 78.000 euro da Regione Lombardia

Daniele Nava: “Un sostegno importante per non perdere eventi e iniziative a causa della crisi economica”


Lecco, 13 luglio 2016 – Nell'ambito dell'Avviso Unico, l'assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia Cristina Cappellini ha assegnato alla provincia di Lecco 78.100 euro.


“In particolare – entra nei dettagli il sottosegretario lecchese Daniele Nava -  4.600 nell'ambito del bando biblioteche, 36.500 euro per ciò che concerne i musei, circa 23.000 attraverso il bando della promozione educativa e culturale che vede alcuni progetti in concomitanza con la provincia di Monza e Brianza“. 


Sempre sul bando della promozione educativa e culturale sono stati assegnati altri 3.000 per 'Immagimondo' e 5.000 euro all'associazione 'Teatro Invito' (con il coinvolgimento di


Bergamo e Monza e Brianza) per 'I luoghi dell'Adda'; ulteriori 10.000 euro sono stati assegnati per le iniziative sul bando cinema per il '26° Festival del cinema africano, d'Asia e America latina-Designing futures' dell'associazione 'Centro orientamento educativo’. Gli ultimi 4.000 per il progetto 'Agimus' e i percorsi musicali in Lombardia.


“Con questi stanziamenti Regione Lombardia permette la realizzazione di eventi e iniziative che, altrimenti, rischiano di non poter sopravvivere nell’attuale situazione economica che vede il pubblico e il privato sempre più in difficoltà a sostenere la cultura”, conclude Nava.






04/07/16 - Consiglio regionale: nasce il gruppo Lombardia Popolare

Mauro Piazza: “Un progetto di centrodestra, obiettivo amministrare”


Daniele Nava: “Dalla Lombardia un messaggio forte per il livello nazionale”


Milano, 4 luglio 2016 “Come lecchesi siamo interessati, personalmente e insieme alla rete di amici e amministratori locali, a un progetto che sia chiaramente nel centrodestra, chiaramente riformatore, chiaramente votato ad amministrare. Oggi dalla Lombardia è partito un messaggio al livello nazionale chiaro e inequivocabile per un futuro che è decisamente prossimo”. Così oggi Mauro Piazza, dopo la conferenza stampa di presentazione del nuovo gruppo Lombardia Popolare in Regione, cui hanno aderito gli attuali consiglieri del Nuovo Centrodestra tra cui lo stesso Piazza e Daniele Nava.


La nuova proposta politica allarga i suoi orizzonti non solo alle esperienze politiche di tradizione cattolica, liberale e socialista, ma soprattutto alla ricchezza della società civile e a tutto quell'elettorato moderato che oggi non si ritrova in nessun soggetto.


L’evoluzione da Ncd a Lombardia Popolare porterà anche a una nuova organizzazione del partito regionale, per compiere quel cambio di passo necessario a smuovere l'area moderata dall'immobilismo e creare un'alternativa concreta e nuova alla sinistra e al grillismo.


“I prossimi diciotto mesi saranno decisivi per dimostrare ai lombardi che siamo capaci di fare del buon governo e non solo che abbiamo tenuto vivo un modello di eccellenza – aggiunge il sottosegretario Daniele Nava – In questa prospettiva il cambio di passo è anche un monito per i nostri alleati e il presidente Maroni, affinché in Regione Lombardia si compia un'accelerazione di cui sentiamo il bisogno, sia approvando nuovi provvedimenti sia superando la timidezza nell'attuazione delle riforme, in primis sanità e casa”.


Molti sono i temi che Lombardia Popolare vede come urgenti, a partire da quello della famiglia, con la proposta di introdurre il Fattore Famiglia, sino al tema decisivo della disoccupazione giovanile, senza dimenticare l'autonomia regionale, intesa come federalismo autenticamente applicato, e l’innovazione amministrativa. 


Alla conferenza stampa di presentazione della nuova squadra regionale erano presenti il capogruppo Alessandro Capelli e il coordinatore lombardo Alessandro Colucci oltre a Maurizio Lupi, capogruppo di AP alla Camera, Matteo Forte, consigliere di Milano Popolare, e Alessandro Bramati, Presidente del Municipio 4 di Milano.






20/06/16 - Ponte San Michele di Paderno, Daniele Nava: “Grazie a Regione via libera ai lavori di consolidamento”

Milano, 20 giugno 2016 – Via libera ai lavori urgenti di consolidamento e di sistemazione dell’importante nodo ferroviario-viabilistico costituito dal ponte San Michele a Paderno.


“Regione Lombardia fa la sua parte e nel provvedimento di assestamento approvato oggi in Giunta stanzia 1,6 milioni di euro per la sistemazione viabilistica e messa in sicurezza dell’infrastruttura – spiega il sottosegretario Daniele Nava a margine dei lavori dell’Esecutivo lombardo - In particolare le risorse rese disponibili da Regione Lombardia andranno alla messa in sicurezza del  piano stradale, dei marciapiedi, dei canali di scolo e dei parapetti che, troppo spesso, sono scavalcati da “disperati” che si lanciano nel vuoto”.


RFi, invece, proprietaria dell’opera, interverrà con 20 milioni per salvaguardare l’importantissimo manufatto di notevole pregio architettonico.


“Ancora una volta Regione Lombardia, visto lo stato in cui versano le casse ormai vuote delle province di Bergamo e di Lecco, provvede a supplire alle carenze che emergono, a tutela dei cittadini e della loro sicurezza”, conclude il sottosegretario Nava".


"La sicurezza dei cittadini è l'elemento prioritario a cui provvedere - fa eco Antonio Rossi, Assessore regionale allo Sport e alle Politiche per i Giovani - La riqualificazione delle infrastrutture dell'area interessata deve, oltre alla fluidità del nodo ferroviario-viabilistico, tutelare i cittadini e prevenire eventuali ulteriori incidenti".





Pagine:   1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  
EVENTI
ULTIME NEWS



Design? OscarNet