Daniele Nava

SOTTOSEGRETARIO ALLE RIFORME ISTITUZIONALI, AGLI ENTI LOCALI, ALLE SEDI TERRITORIALI E ALLA PROGRAMMAZIONE NEGOZIATA DI REGIONE LOMBARDIA

Gestioni Associate dei Comuni, Daniele Nava: “Non solo proroghe, ma revisione della norma” In provincia di Lecco interessati alle GAO ben 65 Comuni su 88

Milano, 20 novembre 2015 – "Auspico che l'indagine 
conoscitiva sulle Gestioni Associate Obbligatorie dei Comuni 
avviata dal Parlamento, la cui conclusione è prevista per il 10 dicembre, non porti solo all'ennesima proroga della scadenza per adeguarsi alla legge (fissata al 31 dicembre), ma 
anche e soprattutto alla revisione parziale della norma, in modo 
da correggere i suoi punti di debolezza".

È quanto ha detto, questa mattina, il sottosegretario alle Riforme istituzionali, Enti locali, Sedi territoriali e Programmazione negoziata della Regione Lombardia, Daniele Nava, che ha discusso di questo tema con i rappresentanti delle Prefetture lombarde, collegati in video conferenza. Scopo del confronto è stato quello di fare il 
punto sullo stato di attuazione delle Gestioni Associate 
Obbligatorie dei Comuni lombardi, in vista dell'audizione che 
Regione Lombardia, insieme alle altre Regioni, avrà il 2 
dicembre prossimo alla Camera dei Deputati, nell'ambito 
dell'indagine conoscitiva del Parlamento.

RENDERE LEGGE PIÙ VICINA A ESIGENZE TERRITORI - "In un anno e 
mezzo di lavoro abbiamo potuto toccare con 
mano che, così com'è, la legge non va bene. E' necessario modificarne il contenuto per renderla più adeguata alle esigenze 
del territorio - ha spiegato Nava - E' quello che diremo nel corso dell'audizione del 2 dicembre. Spero e penso che anche le altre Regioni diranno 
le stesse cose. Le norme vanno attuate in via definitiva ma 
possibile, per non buttare via esperienze positive già in essere e ottenere davvero risparmi ed efficienza".

"E' 
necessario inoltre - ha detto ancora Nava - che vengano 
riconosciute le peculiarità della Lombardia rispetto alle altre 
Regioni, tenendo conto, ad esempio, delle difficoltà legate alla 
posizione territoriale, della presenza di molti Comuni di 
piccole dimensioni, la maggior parte dei quali sono soggetti 
all'obbligo di Gestione associata".

 

IMPEGNO PREFETTURE E REGIONE - Nava, riconoscendo il positivo 
lavoro di accompagnamento ai Comuni svolto dalla Prefetture, ha 
ricordato infine l'impegno della Regione nel venire incontro 
alle esigenze degli Enti locali, favorendo al contempo l'associazione delle funzioni. Tra le altre misure, il 
sottosegretario ha ricordato le deroghe concesse alla Gestione 
Associata Obbligatoria a 78 Comuni e la modifica del Regolamento 
per i finanziamenti (4,5 milioni) alle Unioni di Comuni, che 
riserva i fondi solo a quelle Unioni che gestiscono in comune 
almeno cinque funzioni fondamentali. 




Commenta la notizia
Nome E-mail
(non sarà pubblicata)
Testo
Codice  Il codice qui a lato è
EVENTI
ULTIME NEWS



Design? OscarNet