Daniele Nava

SOTTOSEGRETARIO ALLE RIFORME ISTITUZIONALI, AGLI ENTI LOCALI, ALLE SEDI TERRITORIALI E ALLA PROGRAMMAZIONE NEGOZIATA DI REGIONE LOMBARDIA

Inserito il 20/11/14 | 0 commenti

Daniele Nava: “Per Lecco occasione per affrontare e risolvere ripristino alveo torrenti”

Approvata in Consiglio regionale la legge “Disposizioni per la riduzione del consumo di suolo e la riqualificazione del suolo degradato”. Il Sottosegretario Nava: “Un’occasione per Lecco. Un intervento regolatore che agisce in chiave prospettica, introducendo il tema della rigenerazione urbana, e che può migliorare quindi il Pgt appena approvato (30 giugno) per affrontare e risolvere il delicatissimo tema del ripristino degli alvei dei principali torrenti”

Milano - 20 novembre 2014 “Ridurre il consumo di suolo agricolo e non ancora edificato; promuovere la riqualificazione degli spazi urbanizzati e dismessi, recependo gli input della Commissione europea che ha fissato al 2050 un consumo di suolo pari a zero e al 2020 la dead-line per tutta l’Unione e per ogni Stato affinché tengano conto delle conseguenze del consumo di suolo”. Così Daniele Nava, Sottosegretario per Riforme istituzionali, Enti locali, Sedi territoriali e Programmazione negoziata di Regione Lombardia, sintetizza gli scopi della legge approvata ieri in Consiglio regionale, intitolata “Disposizioni per la riduzione del consumo di suolo e la riqualificazione del suolo degradato”.

“La legge detta un nuovo paradigma di sviluppo e dà una risposta equilibrata, sostenibile ed efficace alla drammatica situazione in cui versa il nostro territorio – prosegue Nava – Dalla sua entrata in vigore (il giorno successivo alla pubblicazione sul Burl) blocca la possibilità di proporre varianti ai Pgt che incrementino il consumo, ma permette per due anni e mezzo lo sviluppo delle previsioni definite ‘più mature’, vista anche la grave crisi del settore edile”.

In quest’ottica s’inseriscono anche il territorio di Lecco e tutta la sua Provincia: “Questa norma, come ha ricordato infatti il presidente Maroni, è stata richiesta dall'Anci proprio per lasciare ai Comuni il tempo di adeguare gli strumenti pianificatori – precisa ancora il Sottosegretario – Nulla vieta comunque ai sindaci (anzi si auspica) di adottarla immediatamente”.

All’articolo 4 la normativa prevede per i Comuni misure di incentivazione per interventi di rigenerazione urbana con priorità nella concessione di finanziamenti, misure di semplificazione e incentivazione per interventi di recupero e di ristrutturazione urbanistica: “Visti i dissesti idrogeologici in atto, è un’occasione importante per Lecco per affrontare e risolvere il delicatissimo tema del ripristino degli alvei dei principali torrenti”, conclude Nava.






Inserito il 12/11/14 | 0 commenti

"A fronte dell’impegno di Regione Lombardia per il monitoraggio dei danni, la ricognizione del territorio e il rapporto con i soggetti danneggiati che ha portato a una puntuale stima degli effetti del maltempo, lo Stato disattende le aspettative e su 88 milioni di euro di danni destina ai lombardi solo 5,5 milioni di euro per quanto accaduto quest’estate. Sono drammaticamente insufficienti”.

Così Daniele Nava, Sottosegretario Riforme Istituzionali, Enti Locali, Sedi Territoriali e Programmazione Negoziata di Regione Lombardia, commenta i dati diffusi dalla collega di Giunta Simona Bordonali (assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione) e relativi alla deliberazione del Governo Centrale - datata 30 ottobre ma pubblicata oggi in Gazzetta ufficiale - che prevede un finanziamento di 5,5 milioni di euro per il ripristino dei danni provocati dal maltempo tra il 7 luglio e il 31 agosto di quest'anno in Lombardia.

“Il caso di Cremeno richiede - solo quello - mezzo milione di euro e poi c’è tutto il resto del territorio provinciale tra cui l’Oggionese duramente colpito - prosegue Nava focalizzando l’attenzione sul Lecchese – 5,5 milioni di euro e per l’intera Lombardia non bastano”.

"Sarebbe opportuno se il Governo ricordasse che la Lombardia ha un residuo fiscale di circa 47 miliardi di euro  all'anno – conclude il sottosegretario -  Ogni cittadino lombardo, neonati compresi, versa ogni anno allo Stato  quasi 5.000 euro che non ritornano in servizi, come in questo caso".

Tra il 7 luglio e il 31 agosto 2014 il territorio regionale lombardo era stato colpito da avversità atmosferiche caratterizzate da precipitazioni di forte intensità e da raffiche di vento tali da causare fenomeni  franosi, esondazioni di corsi d'acqua, danneggiamenti a edifici  pubblici e privati, alle opere di difesa idraulica, alle  infrastrutture viarie e ferroviarie e alle attività agricole e  produttive, provocando allagamenti, interruzione di collegamenti  viari e della rete dei servizi essenziali e determinando forti  disagi e situazioni di pericolo alla popolazione interessata.

 






Inserito il 06/11/14 | 0 commenti

Milano, 6 novembre 2014 – Dopo l’approvazione della delibera che introduce l’obbligo della formazione ai gestori delle sale da gioco e dei locali ove sono installate tali apparecchiature, Regione Lombardia prosegue nella lotta alle ludopatie.


“E’ stata infatti approvata una seconda delibera che riguarda le linee guida per l’applicazione del nuovo marchio ‘NoSlot’ selezionato attraverso un concorso nelle scuole secondarie di secondo grado – spiega Daniele Nava, Sottosegretario per Riforme istituzionali, Enti locali, Sedi territoriali e Programmazione negoziata di Regione Lombardia – Via libera quindi al suo utilizzo e alla sua diffusione corretta”.


E’ uno strumento che identifica, unisce e rafforza le azioni in raccordo sul territorio di enti pubblici, gestori di esercizi che disinstallano o decidono di non installare le macchine da gioco, associazioni di categoria e del terzo settore, scuole e organismi che contrastano il gioco d’azzardo patologico.



cs_2014-11-06_no_slot_logo.jpeg



Inserito il 04/11/14 | 0 commenti

“Saluto il politico che dal 1997 al 2001 è stato mio compagno di banco all’opposizione in Consiglio comunale a Lecco, il fine intellettuale, il profondo conoscitore dell’arte. Saluto un uomo coerente e, ultimo ma non meno importante, un amico.

Mi unisco al dolore della moglie Giuliana, della madre e della città di Lecco - di cui è stato apprezzato assessore alla Cultura - nel ricordare Luca Cesana”.






Inserito il 03/11/14 | 0 commenti
daniele.jpg



Inserito il 31/10/14 | 0 commenti

In arrivo altri due milioni di euro da Regione Lombardia per il turismo grazie a una delibera approvata oggi dalla Giunta regionale. Con l’intervento odierno il “fondo per la realizzazione di interventi e iniziative per l’attrattività turistica e commerciale della Lombardia” sale così a 9 milioni di euro.

Il bando mira a sostenere iniziative per l’attrattività integrata in ambito turistico e commerciale nei Comuni non capoluogo per interventi di area vasta, tramite l’aggregazione degli stessi in partenariato pubblico e privato, e anche per sviluppare l’offerta dei Sistemi turistici e dei Distretti del commercio in una logica di prodotto.

La dotazione, che si è resa disponibile a seguito dell’assestamento di bilancio, nasce come risposta alle numerose domande e aspettative che si sono manifestate in questi mesi sul territorio, che hanno spinto anche verso la proroga dei termini di chiusura del bando stesso spostata al 20 novembre 2014.

Le difficoltà del momento non fermano il cammino di Regione Lombardia, che cerca in ogni modo di sostenere le iniziative e gli interventi che rispondano ai bisogni del territorio e aumentino la sua attrattività turistica e commerciale, anche in vista di Expo.

Il bando (con la relativa documentazione) è disponibile all’indirizzo http://www.commercio.regione.lombardia.it/cs/Satellite?c=Attivita&childpagename=DG_Commercio%2FWrapperBandiLayout&cid=1213681634517&p=1213681634517&packedargs=menu-to-render%3D1213277011908&pagename=DG_COMMWrapper






Inserito il 27/10/14 | 0 commenti

(OMNIMILANO) Milano, 27 OTT - E' pronto il bilancio regionale fatto
sull'ipotesi dei tagli alle Regioni contenuti nella legge di stabilita' del
governo: 750 i mln in meno per il comparto sanita', con il rischio chiusura
di alcuni ospedali, 155 mln le risorse tolte al Tpl e 60 mln di euro di tagli
complessivi per tutti gli altri settori, dalle politiche per il territorio e
l'ambiente, all'istruzione, fino agli interventi per Expo. Il documento e'
stato presentato dal governatore Roberto Maroni e dall'assessore regionale al
Bilancio Massimo Garavaglia durante una conferenza stampa a Palazzo
Lombardia.






Inserito il 21/10/14 | 0 commenti

"Se i tagli previsti dalla Legge di Stabilità verranno confermati, sarà l'intero territorio lombardo a essere mutilato. Se si sommano infatti i minori trasferimenti per la Regione, le Province e i Comuni, è ovvio che non saranno le singole Istituzioni a soffrire, ma la Lombardia nel suo complesso".
E' quanto ha detto il sottosegretario alle Riforme istituzionali, Enti locali, Sedi territoriali e Programmazione della Regione Lombardia Daniele Nava, che, oggi, ha presieduto, a Palazzo Lombardia, l'Ufficio di Presidenza dell'Osservatorio regionale sulla Legge Delrio. Presenti, tra gli altri, il presidente dell'Unione delle Province Lombarde (Upl) Daniele Bosone e il presidente di Anci Lombardia Roberto Scanagatti.
FUNZIONI PROVINCE - "Con la situazione finanziaria prevista dalla Legge di Stabilità - ha argomentato Nava - ci saranno infatti funzioni che non potranno più essere esercitate sul territorio. Se anche alcune funzioni venissero ad esempio trasferite dalle Province alla Regione o ai Comuni, visti i tagli generalizzati, nessuna Istituzione avrebbe i fondi per poterle garantire. Questo avrebbe naturalmente ripercussioni pesanti per i cittadini". Nel corso dei lavori del Tavolo è emerso inoltre che sarebbe a rischio persino l'esercizio delle funzioni fondamentali che la Legge Delrio assegna direttamente alle Province. In sostanza la Legge di Stabilità non sarebbe compatibile con l'attuazione della Legge Delrio.
LAVORI OSSERVATORIO - Per quanto riguarda i lavori dell'Osservatorio - "che - ha sottolineato Nava - rischiano di diventare pura accademia" - è stato deciso di istituire tre Tavoli tecnici, dedicati ad ambiente e territorio, trasporto pubblico locale e viabilità ed edilizia scolastica, per perimetrare con precisione le funzioni fondamentali che restano alle Province. Proseguirà inoltre anche il lavoro sulle funzioni delegate da Regione Lombardia alle Province, per stabilire, entro la fine dell'anno, quali saranno lasciate alle Province.






Inserito il 28/05/14 | 0 commenti

Oggi, insieme agli Assessori della Giunta provinciale, ho presentato il Rapporto di fine mandato 2009-2014.
Rapporto di fine mandato 2009-2014
Presentazione Presidente Nava – alcuni dati
Slide






Inserito il 29/04/14 | 0 commenti

PREOCCUPAZIONE PER LEGGE DEL RIO E OPERE LEGATE A EXPO

(Ln - Milano, 29 apr) Il presidente della Regione Lombardia ha illustrato oggi in Consiglio regionale i nuovi incarichi della Giunta regionale con la nomina degli assessori Mauro Parolini (Commercio, Turismo e Terziario) e Alberto Cavalli (Infrastrutture e Mobilità) e dei sottosegretari Daniele Nava (attuazione della Legge Delrio) e Maurizio Del Tenno (Infrastrutture per Expo).
LEGGE DELRIO - Sulla legge Delrio in particolare, il presidente ha spiegato come si tratti di norme fondamentali per almeno due aspetti. Il primo riguarda il comma 49 che stabilisce che entro 90 la Regione subentri in tutte le partecipazioni azionarie della Provincia di Milano. "Si tratta - ha spiegato il presidente - di un complesso di società imponente. E' necessario un attento processo di definizione del passaggio di queste partecipate". La tempistica prevista è che, entro 40 giorni dall'entrata in vigore (metà maggio al più tardi), il Governo dovrà emanare un decreto per stabilire le modalità di trasferimento di queste partecipazioni. La legge prevede anche che il 31 ottobre 2015 le stese partecipazioni passino alla città metropolitana. "Si pongono dunque - ha spiegato il presidente - una serie di questioni. Più di 15 società passeranno nel patrimonio della Regione con l'impegno a restituirle. Stabiliremo i margini di manovra che la Regione ha. Voglio evitare di prendere in carico queste società, di procedere magari al risanamento con nostri fondi per restituirle poi risanate alla città metropolitana. Si tratta di un passaggio importante per evitare che ci sia ritardo o blocco dei lavori. Alcune di queste società sono impegnate per opere per Expo per cui è importante che si faccia in fretta". Il secondo aspetto legato alla legge Delrio riguarda il comma 91.
"La legge Delrio - ha detto ancora il presidente – modifica le Province trasformandole in Enti di secondo livello. Io temo che questa soluzione, che è un pasticcio, rischi di portare al blocco delle attività delle Province. Se le Province non saranno in grado di garantire queste attività, la Regione dovrà farsi carico di oneri per competenze che per ora hanno svolto bene le Province. Vedo un rischio significativo e voglio che ci sia persona dedicata a questo".
INFRASTRUTTURE PER EXPO - Il sottosegretario Del Tenno, invece, si occuperà di infrastrutture legate a Expo: "anche su questo c'è preoccupazione rispetto agli impegni non rispettati da parte del Governo di Roma". Il presidente ha ricordato di aver scritto al premier Renzi il 4 marzo una lettera con l'elenco dettagliato degli interventi urgenti legati a Expo senza ricevere risposta: le varie infrastrutture, e in particolare la Pedemontana (per la quale è stata a più riprese promessa la defiscalizzazione); le altre richieste finanziarie come la deroga al patto di stabilità, la copertura della quota lasciata dalla Provincia in Expo spa, il finanziamento delle spese straordinarie legate alla sanità.
"Il 14 aprile - ha ricordato il presidente - si è svolto il sottotavolo infrastrutture con un lungo elenco di opere da seguire puntualmente ora che manca un anno alla manifestazione. Voglio che ci sia una persona dedicata a seguire esclusivamente queste opere. Il sottosegretario farà da sollecitatore perché tutti facciano quello che si sono impegnati a fare". (Ln)





Pagine:   1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  
EVENTI


Design? OscarNet