Daniele Nava

SOTTOSEGRETARIO ALLE RIFORME ISTITUZIONALI, AGLI ENTI LOCALI, ALLE SEDI TERRITORIALI E ALLA PROGRAMMAZIONE NEGOZIATA DI REGIONE LOMBARDIA

Il Consiglio regionale ha approvato, dalla fusione di Rovagnate e Perego, la nascita del Comune di La Valletta Brianza

Daniele Nava: “Regione Lombardia ha seguito attentamente l’iter di formazione monitorando il rispetto dei tempi; a maggio si vota per il sindaco” 

Milano – 20 gennaio 2015 “Questa mattina il Consiglio regionale ha approvato con la legge 189 la costituzione del comune de La Valletta Brianza (4.743 abitanti), nato dalla fusione dei comuni di Perego e Rovagnate, nella Brianza lecchese, così come deliberato il 13 gennaio 2015 dalla Giunta Regionale”. A spiegarlo è Daniele Nava, Sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia con delega alle Riforme istituzionali, agli Enti locali, alle Sedi territoriali e alla Programmazione negoziata, e referente del provvedimento per la Giunta in Consiglio, di cui è stato relatore il consigliere Stefano Carugo, presidente della II Commissione Affari istituzionali ed Enti locali.

I Consigli comunali delle due Amministrazioni, il 13 giugno 2014, avevano deliberato ai sensi dell’art. 53 dello Statuto d’Autonomia della Lombardia la richiesta di attivare la procedura per la fusione dei rispettivi territori, su cui la Provincia di Lecco il 26 agosto 2014 aveva stabilito di non esprimersi, rimettendo ogni decisione alla volontà popolare, manifestata in effetti col referendum che si è celebrato il 30 novembre 2014 e sul quale la larga maggioranza dei cittadini ha optato per il sì e per la nuova denominazione.

“L’istituzione de La Valletta Brianza è dunque la fine di un percorso associativo virtuoso che ha visto prima l’istituzione dell’Unione dei Comuni della Valletta (con anche Santa Maria Hoè) a partire dal 30 ottobre 2003 – precisa Nava – Da parte di Regione Lombardia, dunque, un sincero in bocca al lupo alla nuova Amministrazione che si andrà a costituire nel maggio 2015 e a tutti gli abitanti. Così come abbiamo monitorato da vicino il loro percorso per consentire di presentarsi al voto la prossima primavera, assicuriamo loro che siamo e resteremo loro vicini”.

La legge ha anche previsto un capitolo per la copertura alle Amministrazioni delle piccole spese per la consultazione popolare e la relazione con le altre autonomie territoriali e locali, e alla Provincia di Lecco per le spese sostenute ai sensi delle leggi regionali 29/2006 (art. 13) e n.20 del 7 luglio 2008.




Commenta la notizia
Nome E-mail
(non sarà pubblicata)
Testo
Codice  Il codice qui a lato è
EVENTI
ULTIME NEWS



Design? OscarNet